Search  
  Riduci
Positive in Better!
Stampa  

Info Lavoro - IPSOA

Pensioni, cause in salvo


Cooperative, i soci licenziati devono contestare l’esclusione


Ape social, dal 2018 platea allargata


Collegato fiscale: più ampio il campo di applicazione della confisca
Con il Collegato fiscale il Governo dà seguito al richiamo “critico” del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ampliando (o meglio riproponendo) i casi di possibile applicazione della confisca allargata. Visti i problemi emersi anche con riferimento al Codice antimafia, la necessità di un ulteriore intervento non tarderà a manifestarsi. C’è da scommettere che il Collegato fiscale verrà convertito recependo gli inputs comunitari mediati dalla Presidenza della Repubblica, ma c’è da scommettere altresì che la materia della confisca rimarrà magmatica ed imporrà in tempi più o meno ravvicinati altri interventi correttivi, con una possibile estensione della confisca di prevenzione ai reati contro la PA.

Vecchi voucher, l’INPS apre ai rimborsi: come presentare la domanda
L’INPS ha comunicato l’apertura della procedura di rimborso ai committenti di prestazioni di lavoro occasionale per i voucher acquistati secondo la previgente disciplina ma dopo il 17 marzo 2017, data di entrata in vigore del decreto di abrogazione. La richiesta di rimborso deve essere presentata in modalità cartacea alla sede INPS territorialmente competente, allegando la ricevuta del versamento non necessaria in caso di pagamento effettuato mediante modello F24. Il rimborso è effettuato dopo la verifica da parte dell’INPS del versamento di acquisto: con quali procedure?

Visite fiscali per i dipendenti pubblici: assenza ingiustificata, quali controlli?
In caso di assenza a visita medica di controllo senza preavviso, i medici dell'INPS devono invitare il dipendente pubblico a presentarsi alla visita ambulatoriale. L’Ufficio medico legale dell’Istituto deve, inoltre, richiedere al lavoratore le motivazioni dell'assenza: se di carattere sanitario, è tenuto a valutarle con le stesse modalità seguite nel settore privato. Le valutazioni devono essere annotate dai medici nel modello “Visita medica di controllo ambulatoriale” consegnato al lavoratore o spedito al suo domicilio. Quali gli adempimenti a carico del lavoratore e del datore di lavoro pubblico?

Prestazioni previdenziali: è ammissibile il ricorso se manca il valore della prestazione
Con la sentenza n. 241 del 20 novembre 2017, la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 152, ultimo periodo, delle disposizioni di attuazione del codice di procedura civile che, nei giudizi per prestazioni previdenziali, sanziona, con l’inammissibilità del ricorso, l’omessa indicazione del valore della prestazione dedotta in giudizio, il cui importo deve essere specificato nelle conclusioni dell’atto introduttivo. Nel giudizio di costituzionalità è in discussione l’eccessiva gravosità della sanzione dell’inammissibilità, che integrerebbe una penalizzazione irragionevole e sproporzionata, a fronte di un mancato adempimento di rilevanza meramente formale, ed eccedente rispetto al fine perseguito dal legislatore.

Bonus Sud e giovani: aggiornati i dati di fruizione degli incentivi
Pubblicati dall’ANPAL i dati statistici aggiornati riguardo le richieste presentate e il relativo accoglimento per quel che riguarda il bonus Occupazione SUD e l’incentivo Occupazione Giovani. I dati confermano un buon incremento nella fruizione.

Licenziamento in malattia, giudici divisi sull’inefficacia


Collegato fiscale: rimborsi in arrivo per i lavoratori che hanno optato per il regime degli impatriati?
Il collegato fiscale alla legge di Bilancio 2018 modifica il sistema di agevolazioni fiscali previsto per i lavoratori impatriati. In particolare, il disegno di legge stabilisce che l’opzione per il regime agevolativo per il rientro in Italia dei lavoratori previsto dal decreto internazionalizzazione, esercitabile dai soggetti rientrati entro il 31 dicembre 2015, ha effetto limitatamente al triennio 2017-2020. Per il periodo d’imposta 2016 continua, invece, ad applicarsi la disciplina di cui alla legge n. 238/2010. Viene, inoltre, disposto che le norme sul rimpatrio di docenti, ricercatori e lavoratori si applicano nel rispetto delle norme UE in tema di aiuti di Stato (regime “de minimis”).

CIG e CIGS: requisiti di accesso sempre più rigidi
Maglie più strette per l’accesso alla CIG e alla CIGS. E’ l’effetto della circolare n. 17 del 2017 con la quale il Ministero del lavoro ha illustrato come si calcolano i limiti di durata nel biennio e nel quinquennio mobile, cambiando completamente la prassi adottata fino ad ora. Ad una prima analisi, però, il cambio di rotta del Ministero appare foriero di contenzioso, in quanto nessuna disposizione vieta la possibilità di accoglimento parziale della richiesta di CIGS. Inoltre, nulla potrebbe impedire alle aziende di chiedere un periodo ridotto di CIGS per evitare di farsi respingere la domanda per l’intero periodo. Occhio, quindi, a come presentare le nuove richieste di cassa integrazione.

Whistleblowing: reintegrato il dipendente che segnala illeciti
La legge sul whistleblowing, che reca disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato, contiene numerose e importanti novità. In particolare, per quanto concerne il settore privato, il provvedimento impone ai datori di lavoro di integrare e modificare il modello organizzativo per consentire ai dipendenti di presentare le segnalazioni di condotte illecite. Inoltre, sempre a carico dell’azienda, pare imporsi un nuovo ed ancor più severo onere della prova nei giudizi con i lavoratori: in cosa consiste?

Riforma pensioni: dal Governo due nuove proposte
Nell’ultimo incontro con i Sindacati il Governo ha presentato due nuove proposte per la riforma delle pensioni con l’obiettivo di perseguire l’equità sociale. La prima prevede l’estensione delle esenzioni dall'aumento di 5 mesi delle categorie definite gravose anche alle pensioni di anzianità, e non solo alle pensioni di vecchiaia. La seconda novità è, invece, rappresentata dall’istituzione di un fondo per i potenziali risparmi di spesa con l'obiettivo di consentire la proroga e la messa a regime dell'APE Sociale. Come si muoverà il Governo pergarantire la sostenibilità sociale dei trattamenti pensionistici dei giovani?

Incentivi all’occupazione e aiuti di Stato: come funziona la regola “de minimis”
Un capitolo importante della legge di Bilancio 2018 è rappresentato dagli incentivi all’occupazione giovanile. Il Governo punta, infatti, a favorire le imprese che assumono giovani e studenti (apprendisti e non) con rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Gli sgravi contributivi concessi ai datori di lavoro rientrano nella categoria degli aiuti di Stato e, in quanto tali, potrebbero dover essere notificati alla UE per essere legittimi. Ma, in base alla regola del “de minimis”, la notifica non è richiesta se gli aiuti erogati alle imprese rispettano una determinata soglia quantitativa: quale?

Giovani: lavoro e pensioni un binomio ancora imperfetto
I dati statistici parlano chiaro: negli ultimi 30 anni il divario in termini di occupazione tra le vecchie generazioni e i giovani in Italia si è ampliato. Inoltre, il reddito degli anziani tra i 60 e i 64 anni è cresciuto in percentuale di molto superiore rispetto a quello dei 30-34enni. E poiché le diseguaglianze tendono ad aumentare durante la vita lavorativa, una maggiore disparità tra i giovani di oggi comporterà con ogni probabilità una maggiore diseguaglianza fra i futuri pensionati. Quali soluzioni per i giovani?

Soccorso alpino e speleologico: dall’1 dicembre istanze di rimborso solo telematiche
L’INPS, nella circolare n. 171 del 2017, comunica che è stato implementato il nuovo sistema telematico per la presentazione delle istanze di rimborso per i lavoratori che hanno prestato servizio di soccorso alpino e speleologico. La novità riguarda i datori di lavoro sia del settore pubblico che di quello privato. La possibilità di presentazione dell’istanza in modalità cartacea sarà abrogato a partire dall’1 dicembre 2017.

APE volontaria: siglato l’accordo quadro con banche e assicurazioni
L’APE volontaria è all’ultimo miglio. E’ stato infatti definito il testo della convenzione con ABI e ANIA e si è in attesa del parere favorevole del Garante dei dati personali. Successivamente l’INPS pubblicherà sul proprio sito uno specifico calcolatore e una circolare ad hoc. La deadline auspicata è di una possibile partenza per fine dicembre 2017.

Fondi di solidarietà a conguaglio


Ape social al 2019 in alternativa alle deroghe


Avvocati: polizza infortuni solo per collaboratori, dipendenti e praticanti
Il disegno di legge di conversione del collegato fiscale alla legge di Bilancio 2018, all’art. 19 novies, modifica la disciplina della professione forense con riferimento all’assicurazione contro gli infortuni. L'avvocato, l'associazione o la società tra professionisti è obbligata oggi a stipulare apposita polizza a copertura degli infortuni derivanti a sé e ai propri collaboratori, dipendenti e praticanti in conseguenza dell'attività svolta nell'esercizio della professione, anche fuori dei locali dello studio legale e anche in qualità di sostituto o di collaboratore esterno occasionale. Con la nuova disposizione si elimina l'obbligo di polizza per gli infortuni degli avvocati.

Collegato fiscale: equo compenso per tutti i liberi professionisti
E’ "equo" il compenso “proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, nonché al contenuto e alle caratteristiche della prestazione legale”. L’obiettivo non viene perseguito tramite un rigido sistema tariffario, ma mediante il ricorso a parametri previsti con regolamento. E’ quanto prevede il maxiemendamento approvato dal Senato e interamente sostitutivo del disegno di legge n. 2942, di conversione del Collegato alla legge di Bilancio 2018. Il testo, che passa ora alla Camera, nella versione finale estende le norme sull'equo compenso dettate per gli avvocati a tutti i liberi professionisti, indipendentemente dall'appartenenza o meno ad un ordine o ad un collegio professionale.

Fondo integrazione salariale: si computa la contribuzione versata dal cessionario?
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con l’interpello n. 3 del 2017, interviene a specificare in quali fattispecie, relativamente alle operazioni societarie, la contribuzione versata dal datore di lavoro cessionario può essere computata nel computo delle prestazioni erogabili dal Fondo di Integrazione Salariale.

Smart working: come comunicare gli accordi al Ministero del lavoro
Il Ministero del Lavoro ha reso disponibile la piattaforma telematica per la trasmissione degli accordi di smart working da parte delle aziende. Alla comunicazione, inviata dai datori di lavoro o dai suoi intermediari, deve essere allegato il file contenente l’accordo sottoscritto con il lavoratore. La trasmissione del modello può essere effettuata in modalità singola o massiva con l’invio, in quest’ultimo caso, di un file compresso. Come procedere per compilare correttamente la comunicazione? Quali dati inserire e come apportare modifiche dopo l'invio?

Smart working: online la procedura per l’invio degli accordi
Le aziende che hanno sottoscritto accordi individuali per lo svolgimento dello smart working possono procedere al loro invio tramite la piattaforma messa a disposizione dal Ministero del lavoro. L’accesso è consentito tramite SPID, oppure con le credenziali di Cliclavoro.

Indennità di trasferta, sconto se fisse


Whistleblower senza ritorsioni


Retribuzioni, stop al contante


INAIL, servizi online: accesso con nuove regole di autenticazione
L’INAIL, al fine di innalzare gli standard di sicurezza degli accessi ai servizi on line, sta effettuando la bonifica delle utenze che operano - a vario titolo - con delega o patrocinio per conto di terzi. E’ il caso dei patronati, delle associazioni di categoria e dei CAF, le cui credenziali ancora non soddisfano i livelli di sicurezza dell’identità digitale previsti dalla normativa. L’adeguamento delle utenze è utile ad individuare con precisione i soggetti che materialmente effettuano le trasmissioni o consultano le banche dati INAIL anche ai fini della privacy. Quali sono i nuovi requisiti per l’autenticazione?

Modello 770/2017: come sanare le omissioni
Decorso il termine per la trasmissione della dichiarazione 770 unificata, i sostituti d’imposta inadempienti possono regolarizzare la propria posizione con l’Agenzia delle Entrate effettuando l’invio tardivo entro il 29 gennaio 2018 direttamente con il sistema Fisconline o Entratel, oppure tramite un intermediario abilitato. Si tratta di una scadenza importante, superata la quale la dichiarazione sarà considerata irrimediabilmente omessa e comporterà conseguenze sul piano amministrativo, in alcuni casi anche di rilevanza penale. In quali casi il sostituto d’imposta può ricorrere al ravvedimento operoso per rimediare a omissioni, ritardi e irregolarità?

Consulenti del lavoro: scade il termine per il versamento dei contributi ENPACL
Entro il 16 novembre 2017 i Consulenti del lavoro devono provvedere al versamento della quarta rata relativa del contributo soggettivo dovuta all’ENPACL per l’anno 2017. Il pagamento può essere effettuato anche con il modello F24 e con il sistema MyBank. Il contributo soggettivo è pari al 12% del reddito professionale prodotto in forma individuale o associata nell'anno 2016.

Umbrella company e platform workers: una proposta di legge per la sicurezza sociale
Cresce l’attenzione al fenomeno dei platform workers, cioè di coloro che lavorano tramite piattaforme digitali. Si ipotizza che siano destinati ad erodere l’area del lavoro subordinato, protetto oggi da un sistema di coperture assicurative obbligatorie. Da qui l’esigenza di iniziare a pensare ad una tutela specifica per queste nuove forme di lavoro. A tal fine è stata presentata al Senato dal senatore Ichino una proposta di legge che intende, in particolare, formulare il contenuto del contratto di assistenza mutualistica tra le imprese (umbrella company) ed il lavoratore in piattaforma. Cosa prevede il provvedimento?

Fondi europei per l’Italia: ancora limitata la fruibilità per i professionisti
Confprofessioni ha presentato, nel corso del Congresso Nazionale dei Professionisti, i dati riguardanti l’impiego dei Fondi europei per la programmazione 2014-2020. Il dibattito ha evidenziato la criticità rappresentata dalle evidenti limitazione d’accesso a tali misure, che ancora colpiscono i liberi professionisti, a fronte di uno scarsissimo impiego effettivo delle risorse a disposizione del nostro paese.

Pagamento tracciato delle retribuzioni: via libera dalla Camera
La Camera dei deputati ha approvato il 15 novembre 2017, quasi all’unanimità, il provvedimento che di fatto obbliga i datori di lavoro a corrispondere esclusivamente tramite banca o posta le retribuzioni ai lavoratori dipendenti. Il testo passa ora all’esame del Senato.

Contribuzione gestioni ex INPDAP: nuove regole sulla prescrizione dal 2019
Nella circolare n. 169 del 2017, l’INPS riepiloga ed esamina la disciplina della prescrizione dei contributi pensionistici dovuti alle gestioni pubbliche. La disciplina illustrata nel documento di prassi si applica a partire dal 2019.

Fondo integrazione salariale e Fondo solidarietà: nuove regole dal 2018
L’INPS, con la circolare n. 170 del 2017, comunica le modifiche operative che saranno in vigore a partire dall’1 gennaio 2018 riguardo la gestione del flusso UNIEMENS in relazione alle istanze di integrazione salariale che fanno capo al Fondo di integrazione salariale e al Fondo di solidarietà.

Confprofessioni: Stella, equo compenso vittoria per tutti i professionisti
Dopo l’approvazione dell’emendamento sull’equo compenso in Commissione Bilancio del Senato il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella esprime tutta la sua soddisfazione per il recepimento della modifica che accoglie così le richieste dell’Associazione. Ancor più significativa, secondo Stella, l’estensione dell’equo compenso ai rapporti tra professionisti e pubblica amministrazione.

“Il professionista 4.0”: quale futuro digitale per i liberi professionisti?
L’evento promosso a Roma da Confprofessioni dal titolo “Il professionista 4.0”, dedicato al futuro digitale del liberi professionisti, evidenzia la necessità di mettere a punto una “road map”, un percorso progettuale con le singole associazioni e territori di Confprofessioni che si estenderà per i primi mesi del 2018 e che produrrà un posizionamento su impresa 4.0 e un contributo specifico dei professionisti al Codice dell’Amministrazione Digitale.

Whistleblowing: sì definitivo alla tutela del dipendente che segnala illeciti
Via libera definitivo della Camera alla legge sul whistleblowing. Tutelati i dipendenti pubblici e privati per le segnalazioni di reati o di irregolarità di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito del rapporto di lavoro. La legge si avvia ad essere pubblicata in Gazzetta Ufficiale.

Confprofessioni: in Italia il maggior numero di liberi professionisti
L’Italia è l’unica nazione a superare il milione di professionisti. Il nostro Paese concentra ben il 19% dei liberi professionisti censiti nei 28 Paesi dell’Unione Europea. In termini di densità, l’Italia conta 17 liberi professionisti ogni mille abitanti, risultando seconda solo ai Paesi Bassi con 19 liberi professionisti per mille abitanti. È uno dei dati che emerge dal “Rapporto 2017 sulle libere professioni in Italia”, curato dall'Osservatorio libere professioni di Confprofessioni e presentato a Roma durante il Congresso nazionale dei professionisti italiani.

Riscatto più facile


Fondi pensione: riscatto della posizione individuale in caso di disoccupazione
I fondi pensione assumono un ruolo sempre più importante come strumento di integrazione del reddito nei casi di disoccupazione; in particolare, i riscatti della posizione individuale maturata dall'aderente a seguito delle novità contenute nella legge sulla Concorrenza 2017. E’, infatti, ammesso il riscatto parziale nei casi di cessazione dell’attività lavorativa che comporti l’inoccupazione per un periodo di tempo non inferiore a 12 mesi e non superiore a 48 mesi e in caso di ricorso, da parte del datore di lavoro, alla cassa integrazione guadagni ordinaria o straordinaria. In quali altri casi intervengono i fondi pensione?

Stella: verso l’evoluzione delle competenze del professionista
“Credo che in un futuro non molto lontano saranno proprio le tecnologie digitali a definire le competenze di un professionista. Molti, soprattutto i giovani, si stanno già attrezzando, anche per guadagnare un vantaggio competitivo sul mercato; molti altri invece continuano a mantenere una posizione di retroguardia. In questo caso, il nostro compito è quello di fornire ai liberi professionisti gli strumenti per conoscere e approfondire le opportunità che si aprono con le tecnologie digitali per orientare il lavoro professionale su innovativi percorsi di sviluppo". Il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, illustra a IPSOA Quotidiano i contenuti del Congresso nazionale di Confprofessioni, che si svolge a Roma presso l’Auditorium Antonianum. Al centro dei dibattiti, l’equo compenso per la P.A., tecnologie digitali, welfare e fondi UE.

Smart working: nell’accordo è utile indicare il luogo di lavoro
Nelle indicazioni operative fornite in merito alla copertura assicurativa per lo smart working, l’INAIL rileva (e risolve) alcune criticità legate al fatto che il Jobs Act autonomi non richiede che il posto di lavoro venga, obbligatoriamente, indicato nell’accordo tra impresa e lavoratore, né che la prestazione venga svolta durante il normale orario di lavoro. L’Istituto sembra suggerire, soprattutto al datore di lavoro, la necessità di individuare nell’accordo il luogo in cui si svolge l’attività per un rapido riconoscimento della prestazione infortunistica. Le istruzioni dell’INAIL restano però, ad oggi, l’unica indicazione amministrativa fornita sullo smart working, atteso il silenzio del Ministero del Lavoro e dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro.

Smart working: comunicazione on-line al Ministero del lavoro
Le aziende private e pubbliche che hanno sottoscritto accordi bilaterali di smart working possono procedere al loro invio attraverso la piattaforma informatica messa a disposizione sul portale dei servizi del Ministero del Lavoro dal 15 novembre. Per accedervi le aziende e i soggetti delegati devono dotarsi del sistema di autenticazione SPID. I dati comunicati al Ministero sono poi inoltrati all’INAIL per un eventuale aggiornamento dei rischi assicurati.

Sgravi conciliazione vita-lavoro 2017: ultime ore per l’invio delle domande
Scade il 15 novembre 2017 il termine previsto per la presentazione telematica all’INPS della domanda per la fruizione degli sgravi contributivi per le imprese che adottano misure di conciliazione vita-lavoro a favore dei dipendenti migliorativi di quanto già previsto dalla normativa vigente, dai contratti nazionali di settore ovvero da precedenti contratti collettivi aziendali. Il termine riguarda i contratti depositati presso il Ministero del lavoro entro il 31 ottobre 2017.

Il professionista 4.0: al via il Congresso Nazionale Confprofessioni
Si apre a Roma presso l’Auditorium Antonianum il Congresso Nazionale di Confprofessioni dal titolo “Il professionista 4.0. L’evoluzione delle competenze tra normativa e mercato”. Numerosi i temi dell’edizione 2017: dall’equo compenso, ai liberi professionisti nel futuro digitale; dal welfare professionale, all’utilizzo dei fondi europei. Nutrito il parterre di esponenti politici e del mondo professionale che parteciperà all’evento.

Compartecipanti familiari e piccoli coloni: aggiornati gli importi delle prestazioni
L’INPS, con la circolare n. 168 del 2017, rende noti gli importi aggiornati da utilizzare per il calcolo delle prestazioni economiche di malattia, maternità e tubercolosi per l’anno 2017.

TFR e crediti di lavoro aggiornati a ottobre 2017
Con riferimento al mese di ottobre 2017 è pari a 1,698654 il coefficiente di rivalutazione delle quote di trattamento di fine rapporto accantonate. A seguito del comunicato Istat del 14 novembre 2017, che ha stabilito in 100,9 l'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) (senza tabacchi), sono stati rielaborati i coefficienti validi per il mese di ottobre 2017 del trattamento di fine rapporto e dei crediti di lavoro.

CUP e RPT: equo compenso entro fine legislatura
Comitato Unitario delle Professioni e Rete delle Professioni Tecniche hanno organizzato per il 15 novembre 2017 una conferenza stampa alla Camera dei Deputati per ribadire la necessità di approvare, entro fine legislatura, una norma sull’equo compenso ai professionisti iscritti a ordini e albi.

Assegni al nucleo arretrati regolarizzati in Uniemens

Text/HTML Riduci
Passa qui con il mouse e quindi clicca sulla toolbar per aggiungere il contenuto
Stampa  

 

CONSULENZA AZIENDALE INTEGRATA DEL LAVORO, FISCALE ACCESSO AL CREDITO E CONTROLLO GESTIONE

 

LA FORMULA DELL'INNOVAZIONE

 

Opportunità
IL CASO DEI TASSI DI INTERESSE NEGATIVI ED IL RISPARMIO FISCALE - mercoledì 12 ottobre 2016

 Articolo pubblicato sul sito www.fiscoetasse.com

Strategie di ottimizzazione fiscale

A tutti è ben noto che nella situazione di mercato attuale, su profili temporali di breve termine i tassi di interesse su alcuni titoli obbligazionari sono negativi ovvero prossimi allo zero.

Tralasciando le implicazioni macroeconomiche ed i riflessi di lungo periodo sui processi di accumulazione del risparmio, possiamo affermare che il calo dei rendimenti ovvero l’appiattimento della curva dei tassi è stato determinato principalmente dagli acquisti massicci della Banca Centrale di titoli di Stato ma anche da valutazioni di strategie di ottimizzazione fiscale.

Sappiamo che il DL 138/2011 come modificato dal DL 66/2014 ha innalzato dal 20 al 26% l’aliquota di tassazione dei redditi di capitale ex art. 44 TUIR e diversi ex art. 67 I comma lettera da c bis a c quinquies del TUIR, salvo lasciare inalterata la tassazione al 12,5% per i titoli di stato ed altre poche eccezioni.

Inoltre, risulta nota la possibilità di compensare le minusvalenze originatesi dalla vendita di azioni, obbligazioni, rimborsi di sicav e SGR con le plusvalenze realizzate, (fatta eccezione quelle derivanti da sicav e SGR), dalla vendita di tali strumenti finanziari.

Il riporto delle minusvalenze, realizzate ed accantonate nel cosiddetto “zainetto fiscale”,  è ammesso  nel limite di 5 anni incluso l’anno di realizzo della stesse.

 maggiori informazioni ...
CONSULENZA MANAGERIALE QUALIFICATA A BASSO COSTO?? ECCO UNA VALIDA GUIDA! - lunedì 19 marzo 2012

 

Un Consulente a basso costo?

La soluzione migliore che proponiamo ai nostri clienti e fidati lettori è l'acquisto di questo piccolo libbricino molto utile e da portare sempre con se.

Un piccolo investimento con un grande ritorno! Il libro , di cui esiste anche una versione italiana edita Rizzoli, presenta 50 utilissimi modelli per affrontare ogni tipo di situazione.

I modelli, compresi i dovuti limiti, semplificano la realtà ovvero ci consentono di comprenderne le dinamiche in pochi istanti ed a prendere in tempi ridotti le dovute decisioni. Potrebbe sembrare banale, ma è stato dimostrato che causa maggiori danni analizzare profondamente un problema e prendere la decisione sbagliata essendo però pienamente convinti della bontà della stessa che prendere una decisione velocemente ma sbagliata, ( fonte: //50topmodels.wordpress.com).

 

 maggiori informazioni ...
PROTEGGERE I RISPARMI DALL'INFLAZIONE E DA EVENTI INASPETTATI - mercoledì 15 giugno 2011

COME PROTEGGERE I PROPRI RISPARMI DALL’INFLAZIONE ED EVITARE DI INCAPPARE  NELL’ENNESIMA CRISI FINANZIARIA E/O DISASTRO AMBIENTALE  CHE AZZERi IL PROPRIO PATRIMONIO

L' Attuale contesto finanziario mondiale è caratterizzato da una estrema volatilità ed incertezza causata dalle recenti crisi finanziarie. Attualmente vi sono dei tassi estremamente risicati sui titoli di stato e societari drogati dalle massicce immissioni di liquidità da parte delle Banche Centrali Mondiali, un mercato azionario impostato al rialzo solo per effetto delle manovre di quantitative easing adottate dalla Fed di Bernake e che dovrebbe terminare il 30 giugno, (Il QE determina sostanzialmente l'acquisto di titoli di stato americani mediante emissione di nuova moneta, gli effetti sul lungo periodo si faranno sentire,  determinando una forte pressione inflazionistica a livello mondiale, già criticata recentemente dalle autorità governative Cinesi, maggiori detentori di assets americani a livello mondiale)

 maggiori informazioni ...
INVESTI SICURO! iNVESTI IN DIAMANTI! - sabato 26 febbraio 2011

INVESTIRE IN DIAMANTI

Come già più volte abbiamo detto in passato, in un periodo di crescente instabilità finanziaria l'investimento in diamanti brillerà sempre di più! I titoli obbligazionari ed azionari possono lasciarti con un cerino spento in mano, ma diamante è per sempre! Rimane lì nella tua cassetta di sicurezza e vale sempre di piu! Pensateci! Per maggiori chiarimenti,  cliccate sul link , registratevi e consultate voi stessi la documentazione ovvero chiamateci per una consulenza del tutto gratuita!

 

 maggiori informazioni ...
Il conto Formazione Aziendale - Risorse per aumentare le professionalità - I fondi Interprofessional - venerdì 31 luglio 2009

Velocità, certezza delle risorse, semplicità di procedure sono le armi vincenti del Conto Formazione

 maggiori informazioni ...
Il ruolo dei Confidi nel facilitare l'accesso al Credito - venerdì 24 luglio 2009

Cosa sono i Condifi, e come possono aiutare le PMI a superare l'attuale fase di stallo nell'accesso al credito?

 maggiori informazioni ...
Fisco, Lavoro e Diritto Societario
Evviva la semplificazione! Le aziende saranno i controllori del Fisco e dell'INPS! - lunedì 19 novembre 2012

Le nuove norme in tema di appalto di servizi

La disposizione, in estrema sintesi, prevede la responsabilita` dell’appaltatore e del committente per il versamento all’Erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell’imposta sul valore aggiunto dovuta dal subappaltatore e dall’appaltatore in relazione alle prestazioni effettuate nell’ambito del contratto. La norma esclude tale responsabilita` se l’appaltatore/committente acquisisce la documentazione attestante che i versamenti fiscali, scaduti alla data del pagamento del corrispettivo, sono stati correttamente eseguiti dal subappaltatore/appaltatore, documentazione che, secondo quanto previsto dalla stessa disposizione, puo` consistere anche nella asseverazione rilasciata da CAF o da professionisti abilitati. La disposizione prevede, inoltre, che sia l’appaltatore che il committente possono sospendere il pagamento del corrispettivo dovuto al subappaltatore/appaltatore fino all’esibizione della predetta documentazione.
La predetta normativa non va affatto sottovalutata, se inizialmente si intendeva applicabile al solo settore edilizio, ad oggi si intende applicabile a qualsiasi rapporto commerciale riqualificabile come contratto di appalto.

 
SOCIETA' COMODO E NUOVO REGIME X LE SOCIETA' IN PERDITA - mercoledì 21 settembre 2011

OLTRE AL DANNO LA BEFFA! LE ASSURDITA' DEL SISTEMA FISCALE ITALIANO

Aziende in Perdita? In arrivo aumento delle tasse consistente. E' quanto ha stabilito un emendamento alla manovra finanziaria bis. Nel mirino tutte quelle società che presentano sistematicamente un bilancio in perdita per tre esercizi fiscali, le quali, dal 2012 saranno considerate alla stregua di società di comodo


 maggiori informazioni ...
CHI PAGHERA' IL CONTO DELLA MANOVRA FINANZIARIA? - lunedì 18 luglio 2011

tratto dal sito www.lavoce.info

GLI EFFETTI SPEREQUATIVI DELLA RECENTE MANOVRA FINANZIARIA, INCREDIBILE!

Secondo l' ART. 53 COSTITUZIONE  il sistema tributario deve essere "...informato a criteri di progressività...". Cosa significa? Significa che all'aumentare del reddito del contribuente viene applicata un imposta che aumenta in misura più che proporzionale. E' un principio di solidarietà sociale, laddove i ceti più abbienti sono chiamati a contribuire maggiormente rispetto alle classi meno agiate.

Nella recente manovra finanziaria si prevede, invece, nel concorso alla manovra un taglio generalizzato delle agevolazioni fiscali ( in primis detrazione fiscali per figli a carico, dipendente etc) del 20% dal 2014 in maniera indistinta a meno che non vi sia l'attuazione della legge delega in campo fiscale. Poichè attualmente le detrazioni fiscali vengono applicate in maniera decrescente all'aumentare del reddito, il gioco è fatto! Otteniamo, come si evince dal grafico tratto dal sito www.lavoce.info,  un concorso alla manovra addirittura Regressivo, ovvero i ceti più abbienti CONTRIBUISCONO meno alla manovra! Ecco spiegata le proteste che si sono levate da più parti sociali.

L'attuale formulazione, quindi, sarà di difficile applicazione come evidenziato anche dalle autorevoli analisi apparse sul sito lavoce.info.

Ci auguriamo che per il futuro le manovre non siano concepite in fretta e furia solo per fare cassa, ma siano attentamente ponderate nella qualità delle proposte, nella consistenza e nella coerenza.

 

 
HAI DIMENTICATO DI PAGARE LE IMPOSTE? - venerdì 1 aprile 2011

 ECCO COSA FARE!

Nel panorama tributario attuale, si moltiplicano le imposte e gli adempimenti a cui dobbiamo adempiere quotidianamente.  Si parla da tanto tempo di una riforma fiscale seria ed efficace che semplifichi la vita di noi cittadini nell'espletare i nostri doveri civici. Ancora niente! Si Aspetta! Il ministro Tremonti all'ultimo convegno di Telefisco 2011 ha promesso una semplificazione. All'orizzonte, però, si intravedono nuovi segnali di complicazioni burocratiche, vedi ad esempio il federalismo fiscale.

Può capitare quindi, che nella giungla fiscale, ci si dimentichi di pagare una tassa o registrare un contratto. Un istituto che è stato introdotto nel recente passato e che permette, a differenza del passato, di evitare salatissime sanzioni è l'Istituto del Ravvedimento operoso. Vediamo di cosa si tratta.

 

 maggiori informazioni ...
MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE
LA REINVENZIONE DEL BUSINESS MODEL PER MANTENERE E/O ACQUISIRE VANTAGGIO COMPETITIVO - venerdì 4 marzo 2011

COSA DEVE FARE UN MANAGER LUNGIMIRANTE PER EVITARE CHE IL BUSINESS MODEL SI APPANTANI E PORTI L'AZIENDA IN UN VICOLO CIECO?

      I giorni scorsi mi trovavo ad un'importante consiglio di amministrazione di un noto gruppo industriale. L'argomento all'ordine del giorno era la chiusura del bilancio di una delle aziende del gruppo e l'analisi dei costi a consuntivo per verificare eventuali inefficienze ed il da farsi per affrontare l'attuale recessione  in maniera vincente.

 

Dopo aver affrontato i vari punti all'ordine del giorno, la conversazione cadde sulla struttura finanziaria delle aziende del gruppo ed in particolare sui tassi applicati dalle banche al finanziamento del circolante. Facevo notare che l'azienda si finanziava in taluni casi al 5%, che in periodo di tassi storicamente al più basso livello degli ultimi dieci anni era molto alto e che alla prossima ripresa dei tassi di interesse l'azienda e l'intero gruppo avrebbe sofferto per una struttura finanziaria squlibrata ed impostata sulla variabilità dei tassi.

 

L'amministratore, di grande esperienza, puntualizzò che il probabile aumento non lo interessava perchè l'impresa si fa giorno per giorno; in effetti, tale affermazione è vera ma solo parzialmente. Gli imprenditori di successo sono stati soprattutto quelli LUNGIMIRANTI che si sono reinventati il business model

 

 maggiori informazioni ...
MORATORIA DEL DEBITO PER LE AZIENDE ATTO SECONDO! - mercoledì 23 febbraio 2011

 

ATTO SECONDO

Firmata la nuova moratoria per le Imprese


 

L'accordo firmato prevede:

1) proroga di sei mesi della Moratoria del credito alle Imprese specificatamente dedicata a chi non ne ha già usufruito.
2) Per le Aziende che hanno già usufruito della moratoria, e che non si trovano in posizione di Incaglio o Procedure concorsuali (in bonis) è possibile avere una ulteriore proroga fino a 3 anni.
3) E' previsto un meccanismo di copertura del rischio di aumento del tasso di interesse.
4) E' mantenuto il meccanismo di erogazione di finanziamento ai fini di patrimonializzazione per le imprese, con la banca che aumenta il finanziamento di un ulteriore multiplo corrispondente.
Lo Studio mantiene aggiornamenti costanti per la propria Clientela.
Attenzione a non rifare l'errore del passato di chiedere la moratoria al di fuori di alcuna strategia finanziaria già concordata, per evitare che vengano poi bloccate tutte le altre pratiche di affidamento.

 
LA TASSA SUI RIFIUTI AUMENTA? ECCO COSA SI PUO' FARE! - lunedì 29 novembre 2010

COME RISPARMIARE UN PO DI SOLDI!

La finanziaria 2010, in attesa dei decreti attuativi e di riforma del federalismo fiscale, ha bloccato l'aumento di tutti i tributi locali, ad eccezione della TARSU; così,  taluni Comuni ne stanno approfittando per aumentare in maniera indiscriminata il costo annuo. Con aumenti dal 25 ad anche il 50%!Nei prossimi giorni verrà pubblicato uno schema generale per effettuare ricorso tributario avverso l'avviso di liquidazione della Tarsu che vi è stata recentemente notificata.

 
UN PIANO OPERATIVO X COMBATTERE LA CRISI!!! - domenica 4 ottobre 2009

Una ricetta operativa per affrontare l'attuale recessione!

 maggiori informazioni ...
SCONTI FISCALI SULLE RICAPITALIZZAZIONI - giovedì 10 settembre 2009

il successo della norma si giocherà sui calcoli di convenienza che verranno effettuati

 maggiori informazioni ...
Il Controllo di Gestione - Utilità per le PMI - mercoledì 22 luglio 2009

Ottimizzazione gestionale

Sembra impossibile che una funzione così importante per la vita aziendale come il Controllo di Gestione, sia spesso poco conosciuto proprio da chi dovrebbe usufruirne a pieno: gli imprenditori. Per questo motivo, grazie a WikiPedia, cerchiamo di "mettere qualche paletto" e definire correttamente il Controllo di Gestione aziendale.

 maggiori informazioni ...
Text/HTML Riduci
Stampa  

Text/HTML Riduci
Passa qui con il mouse e quindi clicca sulla toolbar per aggiungere il contenuto
Stampa  

Text/HTML Riduci
Passa qui con il mouse e quindi clicca sulla toolbar per aggiungere il contenuto
Stampa  

Area riservata ai clienti

Area riservata ai clienti dello studio

Fisco News - IPSOA

Salve le detrazioni Iva per acquisti da San Marino


I dipendenti fuori dallo split


Fuori sede, affitti low cost


Conviventi, anche per l'utile


Finanziamenti sono esenti da imposta


Solo la sentenza definitiva blocca la non punibilità


Trasparenza fiscale, Italia al top


Sconti fiscali anche agli intermediari


Tari, rimborsi arretrati fino al 2014


Bonus réclame, ma non per tutti


Una sanzione per ogni omissione


TARI: come si calcola per le abitazioni con pertinenze
La parte variabile della tariffa della TARI va computata una sola volta, considerando l’intera superficie dell’utenza composta sia dalla parte abitativa che dalle pertinenze. In caso di applicazione errata il contribuente può presentare istanza di rimborso entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento. La richiesta di rimborso deve contenere tutti i dati necessari a identificare il contribuente, l’importo versato e quello di cui si chiede il rimborso nonché i dati identificativi della pertinenza che è stata computata erroneamente nel calcolo della TARI. Nessun rimborso per la TARSU e la Tariffa puntuale. E’ quanto precisato dal Dipartimento delle Finanze del MEF con la circolare n. 1/DF del 20 novembre 2017.

Arriva la seconda rottamazione delle ingiunzioni degli enti locali
Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2018 ha introdotto una nuova edizione della definizione agevolata delle entrate, anche tributarie, delle regioni e degli enti locali non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale notificati entro il 16 ottobre 2017. Dalla rottamazione sono escluse le sanzioni. La definizione agevolata non è automatica: è infatti necessario un atto dell'ente locale o regionale che stabilisca, tra l’altro, il numero di rate e la relativa scadenza, le modalità con cui il debitore manifesta la sua volontà di avvalersi della definizione agevolata e i termini per presentare l'istanza.

Conferimenti d’azienda e scambi d’azioni: il ruolo delle Norme di comportamento
Alcune delle Norme di Comportamento elaborate dalla Commissione presso l’Associazione italiana dei Dottori Commercialisti hanno avuto un ruolo fondamentale nel “ripristinare” alcuni principi fondamentali da sempre applicati in caso di operazioni straordinarie di conferimento d’azienda o di partecipazioni e disattesi in alcune episodiche risoluzioni o circolari dell’Agenzia delle Entrate. A volte, infatti, accade che - nell’intento di dare una soluzione ad uno specifico caso - si perda di vista l’impianto generale del sistema normativo, mettendo in grande difficoltà interpreti ed operatori. Di questi temi si parlerà nel corso del convegno “Le norme di comportamento AIDC nel sistema tributario italiano”, in programma a Milano il 27 novembre 2017.

Sentenze esecutive: scatta l’annotazione in catasto delle rendite modificate
La previsione di immediata efficacia alle sentenze delle Commissioni tributarie in tema di operazioni catastali implica l’obbligo di immediata annotazione in catasto delle rendite che risultano all’esito del giudizio, anche se il giudizio non è ancora definitivo. Se l’Ufficio non provvede spontaneamente alle opportune modifiche in catasto, il contribuente può ricorrere al giudizio di ottemperanza. L’effetto sicuramente più importante della immediata esecutività delle sentenze riguarda la liquidazione dei tributi, quali IMU e TASI, la cui base imponibile è legata al valore della rendita catastale.

Contraddittorio: nessun obbligo di confronto preventivo per gli accertamenti effettuati in base al vecchio redditometro
Non esiste nel nostro ordinamento un diritto generalizzato al contraddittorio preventivo, salvo non sia espressamente previsto per legge ovvero sia stato eseguito un accesso presso la sede del contribuente. Si tratta, infatti, di un principio di derivazione comunitaria e pertanto applicabile solo ai tributi “armonizzati”. Ne consegue che in caso di accertamento sintetico secondo le previsioni della pregressa disciplina, non essendo previsto alcun obbligo in tal senso, non è invocabile la nullità dell’atto emesso dall’Agenzia delle Entrate. A ribadirlo è la Cassazione con l’ordinanza 27422 depositata il 20 novembre 2017.

Il pagamento a rate del debito tributario estingue il reato anche se il dibattimento è già iniziato
Con sentenza n. 52640, depositata il 20 novembre 2017, la Corte di Cassazione, modificando nuovamente il precedente orientamento, ha affermato che, in materia di reati tributari, la causa di non punibilità del pagamento integrale del debito tributario effettuato prima della dichiarazione dell’apertura del dibattimento per i procedimenti pendenti alla data del 22 ottobre 2015 (entrata in vigore modifiche sui reati tributari) si applica anche per il passato a condizione che non sia intervenuta sentenza definitiva.

TARI: la quota variabile va computata sulla superficie totale dell’utenza
La quota variabile della TARI va computata una sola volta sulla superficie totale dell’utenza domestica, comprensiva delle pertinenze dell’alloggio. Dunque non va computata separatamente sulla superficie dell’abitazione e sulla superficie delle relative pertinenze. In caso di errato computo della parte variabile, possibile richiedere il rimborso della parte non dovuta. Lo ha precisato il Dipartimento delle Finanze del MEF con la circolare n. 1/DF del 20 novembre 2017.

Fondazioni bancarie: pronto il codice per utilizzare il bonus
Con risoluzione n. 142/E del 20 novembre 2017 l’Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo 6880 per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta riconosciuto dalla legge di Bilancio 2017 alle fondazioni, pari al 100 per cento dei versamenti effettuati in favore dei fondi speciali per il volontariato istituiti presso le regioni per l’anno 2017.

Scambio di informazioni fiscali su richiesta: Italia "compliant"
Il Rapporto Italia 2017 sull’effettivo funzionamento del sistema per lo scambio di informazioni su richiesta a fini fiscali, si è concluso per l’Italia con la valutazione di Compliant, la più alta tra quelle attribuibili. Il Rapporto - adottato dal Global Forum sulla Trasparenza fiscale e lo scambio di informazioni dell’OCSE e approvato durante il 27° incontro del Peer Review Group del Global Forum - migliora la valutazione di Largely Compliant del precedente Rapporto del 2011.

Nuova causale per i contributi a EBINWELFARE
La risoluzione n. 141/E del 2017 dell’Agenzia delle Entrate ha istituito la causale contributo EBFW per la riscossione, tramite modello F24, dei contributi da destinare al finanziamento dell’Ente Bilaterale Nazionale Socio-Sanitario-Assistenziale-Educativo “EBINWELFARE”.

Nulla la cartella con causale generica


La lettera d’intento batte lo split payment


Detrazione Iva condizionata


Registro, i nodi della norma taglia-liti


Calendario no stop per rottamare le cartelle esattoriali


Il bonus investimenti per gli ordini di fine anno


Art bonus a maglie più larghe


Trasferimenti all'estero semplici


La cassa in rosso allerta il fisco


Multinazionali, nell'Ue elusi 60 mld di imposte ogni anno


Variabile Tari, mano ai calcoli


Il contraddittorio vige sempre


L’Iva guida il regime per cassa


Legge Europea 2017: non imponibili IVA le esportazioni per finalità umanitarie
La legge Europea 2017 ripristina l’applicazione dell’art. 8 del decreto IVA per le cessioni all’esportazione di beni trasportati o spediti fuori dall’Unione europea per finalità umanitarie a cura delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti della cooperazione allo sviluppo. L’uscita materiale dei beni dalla UE deve avvenire, a cura o per conto del cessionario, entro 180 giorni dalla consegna dei beni stessi e anche per questa nuova tipologia di esportazioni si applicano le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate in esito alla sentenza della Corte di Giustizia UE che considera il termine come ordinatorio e non perentorio.

Liquidazioni periodiche IVA: invio entro il 30 novembre
Si avvicina il termine ultimo per inviare i dati relativi alle liquidazioni periodiche IVA del terzo trimestre 2017. L’adempimento mantiene cadenza trimestrale; di contro il Collegato fiscale, approvato dal Senato e ora all’esame della Camera, ha significativamente modificato l’impianto normativo che regola l’invio dei dati delle fatture emesse e ricevute - spesometro. In particolare, il nuovo testo ammette la possibilità di inviare i dati dello spesometro con cadenza semestrale invece che trimestrale. A questo punto ci si chiede come si possano conciliare due adempimenti con periodicità (potenzialmente) non coincidente e come sia di conseguenza possibile incrociare i dati delle fatture (semestrali) con quelli (trimestrali) delle liquidazioni periodiche IVA.

Mini-scudo fiscale: nuova opportunità per regolarizzare le violazioni del quadro RW
Con il passaggio al Senato il Collegato fiscale 2018 guadagna un nuovo scudo fiscale, seppur di portata notevolmente limitata rispetto alla precedente misura, per frontalieri ed ex residenti all’estero iscritti all’AIRE o che hanno lavorato all’estero in via continuativa. La misura è in controtendenza rispetto allo spirito che ha animato la voluntary disclosure. In più, lo sforzo di regolarizzazione spontanea su base forfetaria, seppur di per sé apprezzabile, avrebbe dovuto avere un maggior raggio di azione, interessando anche la regolarizzazione del contante italiano, di cui oggi si torna a parlare vista la mole di banconote in circolazione, stimate in media intorno a 150 miliardi.

Doppio bonus prima casa se un’abitazione è inidonea


Scudo per ex transfrontalieri


Spesometro, calendario libero


Impatriati conti da rifare


Affitti brevi, cedolare al 10%


L’EPPO indagherà anche sui reati delle persone giuridiche
La nuova procura europea EPPO sarà competente ad indagare sui reati commessi non solo dalle persone fisiche ma anche dalle persone giuridiche. La previsione, pur non espressamente contemplata nel regolamento UE, si evince dalla previsione secondo cui l’archiviazione delle indagini penali in materia di competenza EPPO è possibile anche in caso di “liquidazione della persona giuridica indagata o imputata”. Peraltro, va ricordato che l’EPPO è competente per i reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione. E la direttiva PIF stabilisce a chiare lettere le condizioni perché, per tali reati, sia affermata la “responsabilità delle persone giuridiche”.

Spesometro e registri IVA: arrivano le prime vere semplificazioni?
Spesometro semestrale su opzione, esonero per i produttori agricoli più piccoli e per alcune operazioni poste in essere dalle Pubbliche amministrazioni, possibilità di trasmettere in un unico documento riepilogativo le fatture di importo ridotto, fino a 300 euro. E ancora, validità per i registri IVA relativi a acquisti e fatture emesse, anche se non stampati su carta. Si tratta di alcune delle semplificazioni contenute nel decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2018, come modificato dal Senato. Ma saranno vere semplificazioni?

La rivoluzione delle Softweb
Le Softweb (software & web companies) brillano per incremento dei ricavi trainati dall’e-commerce e dal mercato cinese, creano occupazione, macinano utili, hanno solidità patrimoniale. Le scelte delle Softweb per ottimizzare la loro posizione fiscale hanno portato nel periodo 2012-2016 un beneficio di ben 46 miliardi di euro. Scelte discutibili... L’analisi degli economics delle Softweb mette in evidenza la necessità di ripensare i sistemi di fiscalità, la devoluzione dei poteri nazionali, il ruolo dello Stato, i modelli di sviluppo economico globale perché dinanzi a tali rivoluzioni l’unica certezza è che le vecchie ricette non possono più funzionare.

F24 On Line per Intermediari: aggiornato il software di compilazione
L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibile un nuovo aggiornamento del software che permette agli intermediari la compilazione online del modello F24 cumulativo, per l’addebito sul c/c del contribuente.

Mandato 2.0: nuova versione del software per i commercialisti
È disponibile la nuova versione del software “Mandato 2.0” destinata ai commercialisti. Lo ha comunicato il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili con l’informativa n. 60 del 17 novembre 2017. Il software consente di predisporre 15 tipi di mandato professionale. Mandato 2.0 è un’applicazione nuova, totalmente web-based, con rilevanti benefici sia in termini di fruibilità che di utilizzo.

IVA detraibile anche se l’indirizzo in fattura è sbagliato
Non pregiudica il diritto alla detrazione dell’IVA assolta a monte la circostanza che nella fattura sia indicato un indirizzo non corrispondente con quelle ove, di fatto, viene svolta l’attività economica del soggetto emettente. Lo hanno deciso i giudici della Corte di Giustizia UE nella sentenza del 15 novembre 2017 relativa alle cause riunite C-374/16 e C-375/16. La detrazione dell’imposta assolta a monte deve essere accordata se sono soddisfatte le condizioni sostanziali, benché i soggetti passivi non si siano attenuti a talune condizioni formali.

Obbligo di fattura elettronica tra privati: decorrenza, sanzioni e agevolazioni
Estensione progressiva, e a regime dal 1° gennaio 2019, dell’obbligo di fatturazione elettronica nei rapporti B2B - Business to Business, contestuale eliminazione dello spesometro con introduzione di un obbligo di comunicazione per le operazioni transfrontaliere, obbligo per i distributori di carburanti di memorizzare elettronicamente e trasmettere telematicamente i dati dei corrispettivi. Riduzione inoltre di due anni dei termini di accertamento ordinario per i contribuenti che garantiscano la tracciabilità dei pagamenti ricevuti ed effettuati oltre i 500 euro, nuove sanzioni e assistenza on line dell’Agenzia delle Entrate che metterà a disposizione dei contribuenti in regime di contabilità semplificata le bozze di dichiarazione IVA e REDDITI, i prospetti di liquidazione periodica dell’IVA e i Modelli F24 precompilati, con eliminazione dell’obbligo di tenuta dei registri IVA acquisti e vendite. Queste le principali novità dettate dall’art. 77 del disegno di legge recante la manovra di bilancio per il 2018.

Sì all'accollo del debito, ma senza la compensazione

Home:Servizi e Utilities:Clienti:Contatti:Blog:Weblog:Photos:Resume:Guestbook
Copyright (c) Global Consulting Studio S.A.S.- P.I. 03568160653 - Agent IDC London Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy