Search  
Text/HTML Riduci

 

Stampa  

Info Lavoro - IPSOA

Il lavoro cresce (piano)


Centri per l’impiego, intesa per gli sportelli dei professionisti


Maximulta contro il nero


Pensioni: quali opzioni per le donne nel 2019?
Il decreto su quota 100, altre pensioni e reddito di cittadinanza moltiplica le possibilità di scelta tra i vari canali di pensionamento anche per le donne. Sterilizzato l’incremento del requisito di pensionamento anticipato delle lavoratrici precoci. Viene poi prorogata l’APE sociale fino al 31 dicembre 2019 per disoccupate, disabili gravi e caregivers. Ripristinata infine l’opzione donna, per cui occorrono entro il 31 dicembre 2018 un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni se lavoratrici dipendenti e di 59 anni se lavoratrici autonome.

Reddito di cittadinanza: il Governo valuta l’estensione degli incentivi per i datori di lavoro
L’Esecutivo è al lavoro per ampliare l’utilizzo dell'incentivo per chi assume il percettore del reddito di cittadinanza riconoscendolo non solo a beneficio di chi assume a tempo indeterminato ma prevedendosi il bonus anche per le trasformazioni da tempo determinato a tempo indeterminato. Si lavora poi anche per riconoscere l'incentivo per le assunzioni a tempo indeterminato non a tempo pieno, da riconoscersi in caso di successiva trasformazione, da determinato a indeterminato. Tra gli emendamenti approvati l’introduzione di una tutela dei nuclei familiari con minori in relazione alla distanza entro la quale deve essere accettata una offerta di lavoro congrua.

Tutele dei lavoratori, Damiano: sistema da rivedere
“Il sistema delle tutele va complessivamente rivisto. A partire dalla legge Fornero fino al Jobs Act, la tendenza è stata quella della cancellazione di alcuni strumenti, mobilità e cassa integrazione in deroga, e il ridimensionamento degli altri. È stato importante, con il Jobs Act, allargare la platea dei beneficiari degli ammortizzatori, includendo anche il lavoro precario, ma l’invarianza sostanziale delle risorse disponibili ha reso la coperta più corta per tutti. Purtroppo, la crisi non è ancora finita e molti lavoratori sono rimasti intrappolati perché le tutele durano troppo poco. Da qui la difficile situazione attuale”. Così Cesare Damiano a conclusione del VI Forum TuttoLavoro, organizzato da Wolters Kluwer con la partecipazione di Dottrina Per il Lavoro, che si è svolto a Modena il 21 febbraio dinanzi a più di 1.200 partecipanti.

Buoni pasto utilizzati oltre il limite di 8: cosa è tenuto a fare il datore di lavoro
L’utilizzo contemporaneo dei buoni pasto oltre il limite consentito di 8 non incide sulla determinazione dell’importo esente da IRPEF. Quello che rileva, ai fini fiscali, è l’assegnazione dei buoni-pasto e non il loro utilizzo. E’ quanto ha affermato l’Agenzia delle Entrate con il principio di diritto n. 6 del 12 febbraio 2019. Il datore di lavoro deve infatti limitarsi a verificare il rispetto dei limiti di esenzione dal reddito di lavoro dipendente (di 5,29 euro per i buoni cartacei e di 7 euro per i ticket elettronici) facendo unicamente riferimento al valore nominale dei buoni erogati.

Sgravi contributivi per chi assume detenuti: via libera alle domande all’INPS
I datori di lavoro che intendono accedere, nei limiti delle risorse stanziate, ai benefici contributivi per l'impiego di lavoratori detenuti o internati possono inoltrare apposita domanda all'INPS. La richiesta può essere presentata per il 2019, ma anche per i periodi antecedenti. La misura del beneficio si sostanzia nella riduzione dell’aliquota contributiva al 95%, riduzione che si applica anche durante i 18/24 mesi successivi alla cessazione dello stato detentivo. Possono chiedere i benefici contributivi le cooperative sociali e le aziende pubbliche o private. Come devono presentare la domanda?

App NoiPA per i dipendenti pubblici: documenti e notizie sempre aggiornati
È stata rilasciata il 21 febbraio 2019 la prima App ufficiale di NoiPA, per la gestione dei servizi di natura giuridico-economico della Pubblica Amministrazione erogati a oltre due milioni di dipendenti pubblici. La nuova funzionalità, gestita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, cconsentirà di visualizzare in PDF e scaricare il cedolino stipendiale e la certificazione unicxa direttamente sul proprio smartphone, garantendo l’assoluto rispetto della privacy e la sicurezza dei dati.

Da Anpal e Confprofessioni un accordo per istituire sportelli del lavoro autonomo
E’ stato siglato a Roma, in data 21 febbraio 2019, l’accordo tra Anpal Servizi e Confprofessioni per l’attivazione degli Sportelli del lavoro autonomo introdotti dal Jobs Act degli autonomi nel 2017. I due enti lavoreranno in sinergia con i Centro per l’impiego e le agenzie private in regime di accreditamento per fornire una ampia gamma di servizi ai professionisti, ordinistici e non.

Cassa integrazione guadagni e precariato: dati aggiornati su assunzioni e sospensioni
Con due pubblicazioni redatte dagli Osservatori INPS su Cassa Integrazione Guadagni e precariato, l’Istituto rende noti i dati raccolti ed analizzati con riferimento, rispettivamente, al mese di gennaio 2019 e all’intero anno 2018. Se da un lato si evidenzia la riduzione del ricorso alla Cigs, dall’altro è positivo il saldo tra assunzioni e cessazioni e si conferma la preferenza dei datori di lavoro per i rapporti di apprendistato e la stabilizzazione dei rapporti a termine.

Pubblico impiego: è incostituzionale l’obbligo generalizzato di pubblicare online i dati reddituali
E’ illegittima la disposizione che estende a tutti i dirigenti pubblici gli stessi obblighi di pubblicazione previsti per i titolari di incarichi politici. E’ quanto ha dichiarato la Corte Costituzionale, nella sentenza n. 20 del 21 febbraio 2019, facendo così cadere l’obbligo di pubblicare on line i dati personali sul reddito e sul patrimonio dei dirigenti pubblici diversi da quelli che ricoprono incarichi apicali. La Consulta ha ritenuto irragionevole il bilanciamento operato dalla legge tra due diritti: quello alla riservatezza dei dati personali, inteso come diritto a controllare la circolazione delle informazioni riferite alla propria persona, e quello dei cittadini al libero accesso ai dati e alle informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni.

Equo compenso, via libera alla disciplina dalla regione Lazio
Arriva dalla Regione Lazio l’approvazione della proposta di legge regionale che disciplina l’equo compenso per i professionisti. Un importante riconoscimento cui si è pervenuti dopo un serrato confronto che ha visto in primo piano l’impegno di Confprofessioni a difesa, in particolare, dei giovani liberi professionisti, ordinistici e non. Si attende adesso lo svolgimento della discussione finale in Aula.

TFR e crediti di lavoro aggiornati a gennaio 2019
Con riferimento al mese di gennaio 2019 è pari a 0,198457 il coefficiente di rivalutazione delle quote di trattamento di fine rapporto accantonate. A seguito del comunicato Istat del 21 febbraio 2019, che ha stabilito in 102,2 l'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) (senza tabacchi), sono stati rielaborati i coefficienti validi per il mese di gennaio 2019 del trattamento di fine rapporto e dei crediti di lavoro.

Reddito di cittadinanza a stranieri: solo con certificazione di reddito e patrimonio
Sarà più difficile per gli extracomunitari ricevere il reddito di cittadinanza. Un emendamento approvato in Commissione lavoro prevede, infatti, che per accedere all’istituto, dovrà essere presentata una certificazione di reddito e patrimonio del nucleo familiare rilasciata dallo Stato di provenienza. Il ministero del Lavoro avrà però tre mesi per stilare la lista dei Paesi dai quali non è possibile ottenere la certificazione. Altro intervento concerne il disoccupato che a seguito di dimissioni volontarie non riceverà il reddito nei dodici mesi successivi l'abbandono del lavoro, ma la misura non si estende a tutto il nucleo familiare come disposto dal testo originario.

Da quest’anno norme più rigorose per i fondi pensioni contrattuali


Reddito, stretta sugli extracomunitari Limitati gli effetti delle dimissioni


Stranieri, Rdc a ostacoli


L'assistenza ai residenti


Reddito di cittadinanza, per l’azienda bonus-incognita


Riscatto laurea light o fondo pensione? Le strategie previdenziali per i giovani
Il decreto su reddito di cittadinanza e quota 100 ha previsto una formula agevolata del riscatto laurea per gli under 45. E’ una opportunità da prendere in considerazione, soprattutto per i giovani che vogliano pianificare una strategia previdenziale. I giovani possono anche aderire ad un fondo pensione che consente di costruire una rendita vitalizia complementare. In termini di rischio, il riscatto laurea espone il giovane al rischio PIL. Per il fondo pensione, invece, il rischio maggiore per chi aderisce è nell’erronea scelta della linea di investimento e nella volatilità dei mercati finanziari. Come scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze?

Welfare aziendale: costi deducibili se l’accordo è vincolante per l’impresa
L’azienda può dedurre integralmente i costi sostenuti per i piani di welfare sulla base di un regolamento aziendale. Ma ad una condizione: che il regolamento, ancorchè adottato in via unilaterale dal datore di lavoro, sia vincolante per tutta la durata del piano di welfare. E’ quanto ha chiarito l’Agenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 10/2019, con specifico riferimento alle spese sostenute dal datore di lavoro per opere e servizi messi a disposizione dei dipendenti per finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto.

Al via il VI Forum TuttoLavoro, anche in diretta streaming
“La centralità del lavoro nel 2019” è il tema del Forum TuttoLavoro 2019. Giunto alla VI edizione, il Forum - organizzato da Wolters Kluwer con la partecipazione di Dottrina Per il Lavoro - vede istituzioni ed esperti del settore a confronto su reddito di cittadinanza e quota 100, sulle agevolazioni alle assunzioni previste dalla legge di Bilancio 2019 e sugli aspetti critici del decreto Dignità. L’evento è l’occasione per proporre soluzioni concrete e sciogliere i dubbi interpretativi. Segui dalle ore 9.30 la diretta streaming e partecipa al live su @TwitterIPSOA.

Regime forfettario e sconti contributivi: artigiani e commercianti al test di convenienza
Entro il 28 febbraio 2019 i contribuenti titolari di partita IVA in regime forfettario e che svolgono attività d’impresa possono chiedere all’INPS di accedere anche al regime previdenziale agevolato. L’adesione al regime contributivo agevolato, possibile previa comunicazione telematica, consente di versare la contribuzione con uno sconto del 35% rispetto alla contribuzione ordinaria. Ma c’è un effetto indesiderato da considerare nell’analisi costi/benefici: la “contrazione” dell’accredito previdenziale incide sul calcolo dell’anzianità contributiva utile anche per chiedere la pensione con quota 100.

Protezione dati personali: le linee guida adottate dal Comitato Europeo
Sono state adottate dal Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (EDPB) le linee-guida in materia di protezione dei dati personali, che definiscono i codici di condotta utili all'applicazione di quanto previsto dal regolamento generale sulla privacy. Arriva così direttamente dall’UE il quadro di riferimento per tutte le autorità di controllo, volto a chiarire le procedure e le norme relative alla presentazione, all'approvazione e alla pubblicazione dei codici di condotta a livello sia nazionale che europeo. Le linee-guida sono oggetto di una consultazione pubblica: è possibile inviare osservazioni fino al 2 aprile 2019.

Prestazioni previdenziali: quali sono erogabili a irreperibili e senza fissa dimora
Con il messaggio n. 689 del 2019, l’INPS ha specificato quali sono i sussidi e le indennità erogabili ai soggetti irreperibili e senza fissa dimora e quali prestazioni invece prevedono, come requisito di base, l’obbligo di comunicazione della residenza. Alla dichiarazione di irreperibilità, infatti, consegue la cancellazione dall’anagrafe comunale e l’impossibilità di ottenere certificazioni anagrafiche e documenti di riconoscimento, nonché la cancellazione dall’assistenza sanitaria.

Terziario cooperative di consumo: rinnovo parte economica del CCNL
Nell'ambito del negoziato per il rinnovo della parte economica del contratto per i dipendenti da imprese della distribuzione cooperativa, con le intese raggiunte il 19 febbraio 2019 ANCC Coop, Confcooperative consumo e utenza e AGCI Agrital con Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno siglato un'ipotesi di accordo di rinnovo del CCNL. L'accordo decorre dal 1° febbraio 2019 e scadrà il 31 dicembre 2019.

Reintegro se il licenziamento è dovuto a una fusione futura


Reddito di cittadinanza: le 5 condizioni perché funzioni
Per assicurare che il reddito di cittadinanza si traduca in una efficace politica attiva del lavoro occorre che vengano rispettate 5 condizioni. La prima condizione è rappresentata dalla identificazione del modello organizzativo che l’ANPAL adotterà. La seconda condizione è rappresentata dalla realizzazione di un protocollo di collaborazione con i principali attori che operano sul territorio nell’ambito del reclutamento, valutazione e selezione del personale. Quali sono le altre? Se ne parlerà nel corso del VI Forum TuttoLavoro, organizzato da Wolters Kluwer con la partecipazione di Dottrina Per il Lavoro, in programma a Modena il 21 febbraio 2019.

Lavoratori atipici: dall’Europa nuove tutele che “agevolano” le imprese
I datori di lavoro non potranno più impedire ai lavoratori atipici e con contratti di lavoro a zero ore di accettare incarichi da parte di altre aziende. È una delle novità della direttiva proposta dalla Commissione europea che ha ricevuto il primo via libera da Parlamento e Consiglio UE. L’obiettivo del legislatore europeo è di creare condizioni di lavoro più trasparenti e prevedibili per i lavoratori precari, compresi i lavoratori a chiamata o pagati a voucher, ovvero impiegati tramite piattaforma digitale. Al contempo si vuole assicurare condizioni di parità tra le imprese.

Reddito di cittadinanza: regole più rigide per l’accesso
La Commissione Lavoro del Senato ha approvato un emendamento al decreto collegato alla legge di Bilancio 2019 secondo il quale nel caso di separazioni o divorzi, avvenuti dopo il 1° settembre 2018, il cambio di residenza deve essere certificato con apposito verbale della polizia locale. Gli ex coniugi che fanno domanda dovranno quindi certificare di non risiedere più nella stessa abitazione. Non ha invece superato il vaglio la proposta di estendere gli incentivi per chi assume beneficiari del reddito alle famiglie che assumono colf e badanti. La Commissione ha previsto un calendario con tre sedute, fino a sabato e, se necessario, domenica con l'obiettivo di arrivare con il voto sul mandato ai relatori a riferire in Aula al Senato lunedì 25 febbraio.

Ispettorato nazionale del lavoro, Alestra: reddito di cittadinanza tra gli obiettivi di vigilanza 2019
“Oltre che ai più diffusi ed allarmanti fenomeni del lavoro nero e del caporalato, la vigilanza sarà rivolta alla vasta e nebulosa area degli appalti illeciti, con attenzione mirata anche alla corretta attuazione delle più recenti normative riguardanti, per un verso, i limiti al ricorso ai contratti a tempo determinato e alla somministrazione di lavoro e, per altro verso, le condizioni per la erogazione e il mantenimento del reddito di cittadinanza”. Leonardo Alestra, Capo dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, anticipa a IPSOA Quotidiano i temi che tratterà nel corso del VI Forum TuttoLavoro, organizzato da Wolters Kluwer con la partecipazione di Dottrina Per il Lavoro, in programma a Modena il 21 febbraio 2019.

Esposizioni deboli e sporadiche all’amianto: obbligo confermato anche per gli enti ispettivi
Con l’interpello n. 2 del 2019, la Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza del lavoro del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali ha fornito alcuni chiarimenti sugli obblighi applicativi degli strumenti di tutela dalle esposizioni sporadiche e di debole intensità (ESEDI) all'amianto nell'ambito delle attività di lavoro dipendente, con riferimento agli obblighi posti in capo agli enti ispettivi.

Legno e arredamento aziende industriali: nuovi minimi dal 1° gennaio 2019
Federlegno Arredo con Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil hanno siglato il verbale di accordo 11 febbraio 2019 definendo così gli incrementi contrattuali a valere dal 1° gennaio 2019. L’intesa è stata raggiunta in applicazione di quanto già previsto dall'accordo di rinnovo 13 dicembre 2016.

Lavoro notturno su sei giorni


Detenuti, lavoro scontato


Certificazione unica con più dati per le collaborazioni


APE sociale: domande entro il 31 marzo 2019. Con quali requisiti
Rinnovato anche per il 2019 l’APE sociale, l’anticipo pensionistico per disoccupati, caregivers, invalidi almeno al 74% e addetti a lavori gravosi che abbiano compiuto 63 anni di età. Il periodo di sperimentazione della misura è stato, infatti, ampliato dal decreto legge n. 4 del 2019, collegato alla legge di Bilancio 2019. Le domande di riconoscimento devono essere presentate entro il 31 marzo 2019. Le richieste presentate oltre tale data sono considerate valide solo in presenza di risorse finanziarie residue. Quali sono i requisiti per accedere all’agevolazione? Come si presenta la domanda?

Reddito di cittadinanza: le modalità di utilizzo della carta elettronica
Con la presentazione, da parte del Ministro del Lavoro, del sito dedicato al reddito di cittadinanza sono state rese note le modalità ed i termini per ottenere, presso gli uffici postali, la carta di debito sulla quale verranno accreditate le somme che spettano ai singoli beneficiari. La card potrà essere utilizzata per acquistare beni e servizi di base, per effettuare prelievi di contante entro un limite mensile non superiore a euro 100 per i nuclei familiari composti da un singolo individuo, nonché per compiere un bonifico mensile a favore del locatore indicato nel contratto di locazione o dell’intermediario che ha concesso il mutuo.

Dai fondi pensione un “tesoretto” per finanziare le PMI
La legge di Bilancio 2019 ha aumentato la soglia dell’attivo patrimoniale che i fondi pensione possono destinare ad investimenti qualificati. Il “tesoretto” che, almeno in parte, potrebbe finanziare PMI italiane, infrastrutture e real estate ammonta a circa 230 miliardi di euro, considerando il patrimonio aggregato anche delle Casse di previdenza e delle Fondazioni di origine bancaria. In tale ottica, particolare interesse riveste il Quaderno di approfondimento tematico pubblicato dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali, scritto in collaborazione con Borsa Italiana, che approfondisce il ruolo dei fondi pensione come investitori istituzionali.

Reddito di cittadinanza e quota 100: rallentano i lavori al Senato
Il decreto, collegato alla legge di Bilancio 2019, su reddito di cittadinanza e quota 100 rallenta il suo iter al Senato rispetto alla tabella di marcia originariamente definita. In particolare, non sono stati forniti i necessari pareri da parte della competente Commissione Bilancio, per la parte relativa alla copertura, sui rimanenti circa 65 emendamenti ancora non esaminati sugli oltre 1600 presentati. Tra i correttivi ancora sotto esame ci sono per esempio quello relativo al rafforzamento del reddito di cittadinanza per le famiglie con disabili e l'ampliamento della scala di equivalenza per non sfavorire i nuclei più numerosi.

Turismo, Sistema Impresa: modificato il CCNL
Per i dipendenti del settore turismo e pubblici esercizi Sistema Impresa con Confsal, Fesica Confsal e Confsal Fisals hanno siglato il verbale di accordo 13 febbraio 2019, che integra il relativo CCNL. L’accordo segue l’intesa modificativa dello scorso 27 dicembre 2018. Le disposizioni integrative decorrono dal 1° gennaio 2019.

Terziario, Sistema Impresa: modifiche al CCNL
Per i dipendenti del terziario, dipendenti dei settori commercio, distribuzione e servizi, Sistema Impresa con Confsal, Fesica Confsal e Confsal Fisals hanno siglato il verbale di accordo 13 febbraio 2019 che modifica il relativo CCNL. Il verbale di accordo segue il precedente verbale integrativo del 27 dicembre 2018. Le modifiche decorrono dal 1° gennaio 2019.

Ispezioni, preclusione a metà


Stop ai somministrati con frode


Amministratori e direttori fuori dagli sconti sul welfare


Assegno di ricollocazione solo con il nuovo «reddito»


Rdc, i 780 euro sono un bluff


Agenzie di somministrazione: firmata l’ipotesi accordo per il periodo 2019-2021
E’ stato rinnovato il CCNL delle agenzie di somministrazione. L’intesa riguarderà circa 650mila lavoratori del settore ed interviene sulle novità introdotte dal decreto Dignità, con particolare riferimento alla durata della somministrazione a tempo determinato e del contratto a tempo determinato tra agenzia e lavoratore. Tra gli aspetti più importanti dell’accordo vi sono le misure per favorire la continuità occupazionale, il diritto a percorsi di qualificazione e di ricollocazione professionale e il rafforzamento del contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Maternità obbligatoria: si può scegliere tra congedo posticipato, flessibile e ordinario
Negli ultimi tre anni il legislatore è intervenuto più volte sulla disciplina della maternità a tutela delle lavoratrici madri. L’obiettivo, in linea con le politiche adottate da molti altri Paesi europei, è di consentire una sempre maggiore flessibilità, affinchè i genitori lavoratori possano ,facilmente conciliare i tempi del lavoro con la cura della famiglia. Si muove in questa direzione anche la legge di Bilancio 2019, che prevede la possibilità, per la donna in gravidanza, di posticipare per intero il congedo obbligatorio al periodo successivo al parto. A quali condizioni? E quali sono le altre alternative per la lavoratrice?
Text/HTML Riduci

Stampa  

Banners Riduci
Stampa  

 

CONSULENZA AZIENDALE INTEGRATA DEL LAVORO, FISCALE ACCESSO AL CREDITO E CONTROLLO GESTIONE

 

LA FORMULA DELL'INNOVAZIONE

 

Opportunità
IL CASO DEI TASSI DI INTERESSE NEGATIVI ED IL RISPARMIO FISCALE - mercoledì 12 ottobre 2016

 Articolo pubblicato sul sito www.fiscoetasse.com

Strategie di ottimizzazione fiscale

A tutti è ben noto che nella situazione di mercato attuale, su profili temporali di breve termine i tassi di interesse su alcuni titoli obbligazionari sono negativi ovvero prossimi allo zero.

Tralasciando le implicazioni macroeconomiche ed i riflessi di lungo periodo sui processi di accumulazione del risparmio, possiamo affermare che il calo dei rendimenti ovvero l’appiattimento della curva dei tassi è stato determinato principalmente dagli acquisti massicci della Banca Centrale di titoli di Stato ma anche da valutazioni di strategie di ottimizzazione fiscale.

Sappiamo che il DL 138/2011 come modificato dal DL 66/2014 ha innalzato dal 20 al 26% l’aliquota di tassazione dei redditi di capitale ex art. 44 TUIR e diversi ex art. 67 I comma lettera da c bis a c quinquies del TUIR, salvo lasciare inalterata la tassazione al 12,5% per i titoli di stato ed altre poche eccezioni.

Inoltre, risulta nota la possibilità di compensare le minusvalenze originatesi dalla vendita di azioni, obbligazioni, rimborsi di sicav e SGR con le plusvalenze realizzate, (fatta eccezione quelle derivanti da sicav e SGR), dalla vendita di tali strumenti finanziari.

Il riporto delle minusvalenze, realizzate ed accantonate nel cosiddetto “zainetto fiscale”,  è ammesso  nel limite di 5 anni incluso l’anno di realizzo della stesse.

 maggiori informazioni ...
CONSULENZA MANAGERIALE QUALIFICATA A BASSO COSTO?? ECCO UNA VALIDA GUIDA! - lunedì 19 marzo 2012

 

Un Consulente a basso costo?

La soluzione migliore che proponiamo ai nostri clienti e fidati lettori è l'acquisto di questo piccolo libbricino molto utile e da portare sempre con se.

Un piccolo investimento con un grande ritorno! Il libro , di cui esiste anche una versione italiana edita Rizzoli, presenta 50 utilissimi modelli per affrontare ogni tipo di situazione.

I modelli, compresi i dovuti limiti, semplificano la realtà ovvero ci consentono di comprenderne le dinamiche in pochi istanti ed a prendere in tempi ridotti le dovute decisioni. Potrebbe sembrare banale, ma è stato dimostrato che causa maggiori danni analizzare profondamente un problema e prendere la decisione sbagliata essendo però pienamente convinti della bontà della stessa che prendere una decisione velocemente ma sbagliata, ( fonte: //50topmodels.wordpress.com).

 

 maggiori informazioni ...
PROTEGGERE I RISPARMI DALL'INFLAZIONE E DA EVENTI INASPETTATI - mercoledì 15 giugno 2011

COME PROTEGGERE I PROPRI RISPARMI DALL’INFLAZIONE ED EVITARE DI INCAPPARE  NELL’ENNESIMA CRISI FINANZIARIA E/O DISASTRO AMBIENTALE  CHE AZZERi IL PROPRIO PATRIMONIO

L' Attuale contesto finanziario mondiale è caratterizzato da una estrema volatilità ed incertezza causata dalle recenti crisi finanziarie. Attualmente vi sono dei tassi estremamente risicati sui titoli di stato e societari drogati dalle massicce immissioni di liquidità da parte delle Banche Centrali Mondiali, un mercato azionario impostato al rialzo solo per effetto delle manovre di quantitative easing adottate dalla Fed di Bernake e che dovrebbe terminare il 30 giugno, (Il QE determina sostanzialmente l'acquisto di titoli di stato americani mediante emissione di nuova moneta, gli effetti sul lungo periodo si faranno sentire,  determinando una forte pressione inflazionistica a livello mondiale, già criticata recentemente dalle autorità governative Cinesi, maggiori detentori di assets americani a livello mondiale)

 maggiori informazioni ...
Il conto Formazione Aziendale - Risorse per aumentare le professionalità - I fondi Interprofessional - venerdì 31 luglio 2009

Velocità, certezza delle risorse, semplicità di procedure sono le armi vincenti del Conto Formazione

 maggiori informazioni ...
Il ruolo dei Confidi nel facilitare l'accesso al Credito - venerdì 24 luglio 2009

Cosa sono i Condifi, e come possono aiutare le PMI a superare l'attuale fase di stallo nell'accesso al credito?

 maggiori informazioni ...
Fisco, Lavoro e Diritto Societario
Evviva la semplificazione! Le aziende saranno i controllori del Fisco e dell'INPS! - lunedì 19 novembre 2012

Le nuove norme in tema di appalto di servizi

La disposizione, in estrema sintesi, prevede la responsabilita` dell’appaltatore e del committente per il versamento all’Erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell’imposta sul valore aggiunto dovuta dal subappaltatore e dall’appaltatore in relazione alle prestazioni effettuate nell’ambito del contratto. La norma esclude tale responsabilita` se l’appaltatore/committente acquisisce la documentazione attestante che i versamenti fiscali, scaduti alla data del pagamento del corrispettivo, sono stati correttamente eseguiti dal subappaltatore/appaltatore, documentazione che, secondo quanto previsto dalla stessa disposizione, puo` consistere anche nella asseverazione rilasciata da CAF o da professionisti abilitati. La disposizione prevede, inoltre, che sia l’appaltatore che il committente possono sospendere il pagamento del corrispettivo dovuto al subappaltatore/appaltatore fino all’esibizione della predetta documentazione.
La predetta normativa non va affatto sottovalutata, se inizialmente si intendeva applicabile al solo settore edilizio, ad oggi si intende applicabile a qualsiasi rapporto commerciale riqualificabile come contratto di appalto.

 
SOCIETA' COMODO E NUOVO REGIME X LE SOCIETA' IN PERDITA - mercoledì 21 settembre 2011

OLTRE AL DANNO LA BEFFA! LE ASSURDITA' DEL SISTEMA FISCALE ITALIANO

Aziende in Perdita? In arrivo aumento delle tasse consistente. E' quanto ha stabilito un emendamento alla manovra finanziaria bis. Nel mirino tutte quelle società che presentano sistematicamente un bilancio in perdita per tre esercizi fiscali, le quali, dal 2012 saranno considerate alla stregua di società di comodo


 maggiori informazioni ...
CHI PAGHERA' IL CONTO DELLA MANOVRA FINANZIARIA? - lunedì 18 luglio 2011

tratto dal sito www.lavoce.info

GLI EFFETTI SPEREQUATIVI DELLA RECENTE MANOVRA FINANZIARIA, INCREDIBILE!

Secondo l' ART. 53 COSTITUZIONE  il sistema tributario deve essere "...informato a criteri di progressività...". Cosa significa? Significa che all'aumentare del reddito del contribuente viene applicata un imposta che aumenta in misura più che proporzionale. E' un principio di solidarietà sociale, laddove i ceti più abbienti sono chiamati a contribuire maggiormente rispetto alle classi meno agiate.

Nella recente manovra finanziaria si prevede, invece, nel concorso alla manovra un taglio generalizzato delle agevolazioni fiscali ( in primis detrazione fiscali per figli a carico, dipendente etc) del 20% dal 2014 in maniera indistinta a meno che non vi sia l'attuazione della legge delega in campo fiscale. Poichè attualmente le detrazioni fiscali vengono applicate in maniera decrescente all'aumentare del reddito, il gioco è fatto! Otteniamo, come si evince dal grafico tratto dal sito www.lavoce.info,  un concorso alla manovra addirittura Regressivo, ovvero i ceti più abbienti CONTRIBUISCONO meno alla manovra! Ecco spiegata le proteste che si sono levate da più parti sociali.

L'attuale formulazione, quindi, sarà di difficile applicazione come evidenziato anche dalle autorevoli analisi apparse sul sito lavoce.info.

Ci auguriamo che per il futuro le manovre non siano concepite in fretta e furia solo per fare cassa, ma siano attentamente ponderate nella qualità delle proposte, nella consistenza e nella coerenza.

 

 
HAI DIMENTICATO DI PAGARE LE IMPOSTE? - venerdì 1 aprile 2011

 ECCO COSA FARE!

Nel panorama tributario attuale, si moltiplicano le imposte e gli adempimenti a cui dobbiamo adempiere quotidianamente.  Si parla da tanto tempo di una riforma fiscale seria ed efficace che semplifichi la vita di noi cittadini nell'espletare i nostri doveri civici. Ancora niente! Si Aspetta! Il ministro Tremonti all'ultimo convegno di Telefisco 2011 ha promesso una semplificazione. All'orizzonte, però, si intravedono nuovi segnali di complicazioni burocratiche, vedi ad esempio il federalismo fiscale.

Può capitare quindi, che nella giungla fiscale, ci si dimentichi di pagare una tassa o registrare un contratto. Un istituto che è stato introdotto nel recente passato e che permette, a differenza del passato, di evitare salatissime sanzioni è l'Istituto del Ravvedimento operoso. Vediamo di cosa si tratta.

 

 maggiori informazioni ...
MANAGEMENT E AMMINISTRAZIONE AZIENDALE
LA REINVENZIONE DEL BUSINESS MODEL PER MANTENERE E/O ACQUISIRE VANTAGGIO COMPETITIVO - venerdì 4 marzo 2011

COSA DEVE FARE UN MANAGER LUNGIMIRANTE PER EVITARE CHE IL BUSINESS MODEL SI APPANTANI E PORTI L'AZIENDA IN UN VICOLO CIECO?

      I giorni scorsi mi trovavo ad un'importante consiglio di amministrazione di un noto gruppo industriale. L'argomento all'ordine del giorno era la chiusura del bilancio di una delle aziende del gruppo e l'analisi dei costi a consuntivo per verificare eventuali inefficienze ed il da farsi per affrontare l'attuale recessione  in maniera vincente.

 

Dopo aver affrontato i vari punti all'ordine del giorno, la conversazione cadde sulla struttura finanziaria delle aziende del gruppo ed in particolare sui tassi applicati dalle banche al finanziamento del circolante. Facevo notare che l'azienda si finanziava in taluni casi al 5%, che in periodo di tassi storicamente al più basso livello degli ultimi dieci anni era molto alto e che alla prossima ripresa dei tassi di interesse l'azienda e l'intero gruppo avrebbe sofferto per una struttura finanziaria squlibrata ed impostata sulla variabilità dei tassi.

 

L'amministratore, di grande esperienza, puntualizzò che il probabile aumento non lo interessava perchè l'impresa si fa giorno per giorno; in effetti, tale affermazione è vera ma solo parzialmente. Gli imprenditori di successo sono stati soprattutto quelli LUNGIMIRANTI che si sono reinventati il business model

 

 maggiori informazioni ...
LA TASSA SUI RIFIUTI AUMENTA? ECCO COSA SI PUO' FARE! - lunedì 29 novembre 2010

COME RISPARMIARE UN PO DI SOLDI!

La finanziaria 2010, in attesa dei decreti attuativi e di riforma del federalismo fiscale, ha bloccato l'aumento di tutti i tributi locali, ad eccezione della TARSU; così,  taluni Comuni ne stanno approfittando per aumentare in maniera indiscriminata il costo annuo. Con aumenti dal 25 ad anche il 50%!Nei prossimi giorni verrà pubblicato uno schema generale per effettuare ricorso tributario avverso l'avviso di liquidazione della Tarsu che vi è stata recentemente notificata.

 
UN PIANO OPERATIVO X COMBATTERE LA CRISI!!! - domenica 4 ottobre 2009

Una ricetta operativa per affrontare l'attuale recessione!

 maggiori informazioni ...
Il Controllo di Gestione - Utilità per le PMI - mercoledì 22 luglio 2009

Ottimizzazione gestionale

Sembra impossibile che una funzione così importante per la vita aziendale come il Controllo di Gestione, sia spesso poco conosciuto proprio da chi dovrebbe usufruirne a pieno: gli imprenditori. Per questo motivo, grazie a WikiPedia, cerchiamo di "mettere qualche paletto" e definire correttamente il Controllo di Gestione aziendale.

 maggiori informazioni ...

Area riservata ai clienti

Area riservata ai clienti dello studio

Fisco News - IPSOA

Pace fiscale: definizione agevolata dei PVC con qualche dubbio
Nelle disposizioni attuative della definizione agevolata dei processi verbali di constatazione - PVC prevista dal decreto fiscale 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcune importanti indicazioni relativamente alla possibilità di definire anche un solo periodo d’imposta (purché nella sua integralità) e alla definizione delle violazioni in materia di IVA all’importazione, per le quali la procedura è differente. Restano, tuttavia, alcuni dubbi irrisolti in materia di trasparenza, di violazioni non formalmente contestate e di riduzione delle violazioni a seguito delle deduzioni del contribuente.


IMU: per l’abitazione principale occorre la prova della dimora del nucleo familiare
Ai fini della detrazione IMU per l’abitazione principale occorre che il contribuente, non residente anagraficamente in quell’immobile, provi che quest’ultima costituisca dimora abituale non solo propria ma anche dei suoi familiari. In questo contesto, il contribuente deve provare di aver adibito l’immobile ad abitazione principale mediante esibizione di documenti riguardanti bollette relative a consumi o contratti di utenze o altri elementi utili a superare la presunzione derivante dalla residenza anagrafica in altro comune. A fornire queste indicazioni è la Commissione tributaria provinciale di Rieti con la sentenza n. 2/2019.

Stop al «sintetico» dopo l’adesione allo scudo-ter


La vendita dell’immobile da demolire non è cessione d’area edificabile


Forfetario anticoncorrenziale


Pace fiscale, 7 codici tributo


Superamento soglie anche a tavolino


Esenzione Iva blindata


Tassa piatta con uguali ricavi ma conti delle imposte diversi


Liti pendenti, il pagamento anticipa l’istanza di adesione


Sisma bonus, aiuti a tre vie


E-fattura, assistenza straordinaria


Banche svizzere sotto la lente


Lo yacht off-shore è abuso di diritto


IrpefIresPlus: in arrivo una nuova imposta sostitutiva?
La legge di Bilancio 2019 ha notevolmente ampliato la platea delle imposte sostitutive, ma presto potrebbe aggiungersene un’altra: si tratta della nuova IrpefIresPlus, oggetto di una proposta di legge presentata alla Camera. Si tratterebbe di una vera imposta sostitutiva e non di una semplice misura agevolativa. Dal punto di vista soggettivo, l’imposta si rivolgerebbe ai contribuenti persone fisiche soggetti all’IRPEF e relative addizionali, e ai soggetti cui si applica l’IRES. Quanto al presupposto, l’evento che determina il sorgere dell’obbligazione tributaria sarebbe la produzione e conseguente dichiarazione nell’anno di riferimento, di un reddito incrementale rispetto a quello dichiarato nel periodo d’imposta precedente. Un buon esempio di semplificazione del sistema?

Rottamazione ter limitata per il bollo auto
I destinatari di cartelle di pagamento per la riscossione del bollo auto possono generalmente beneficiare delle agevolazioni connesse alla rottamazione ter, con azzeramento delle sanzioni e degli interessi di mora. La possibilità di accedere alla definizione agevolata delle cartelle è tuttavia subordinata al fatto che l’iscrizione a ruolo sia avvenuta entro il 31 dicembre 2017 ed è limitata alle regioni che si avvalgono, per le attività di riscossione, dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione e di Riscossione Sicilia Spa. La domanda per aderire alla rottamazione deve essere presentata entro il 30 aprile 2019.

Regime forfetario: da CNDCEC e FNC i chiarimenti sulle novità per il 2019
Con un nuovo documento di ricerca, la Fondazione Nazionale Commercialisti e il CNDCEC forniscono gli ultimi chiarimenti in merito alle novità per il regime forfetario, come modificato dalla legge di Bilancio 2019, con l’obiettivo anche di fare luce sulle questioni interpretative che ancora sembrano dubbie. In particolare, viene analizzato l’incremento a 65.000 euro del limite di ricavi e compensi per l’accesso al regime, l’eliminazione dei limiti relativi alle spese per il personale dipendente o assimilato e per i beni strumentali, nonché le modifiche ad alcune cause ostative per l’accesso al regime.

e-fattura: scattano le sanzioni
L’emissione della fattura elettronica dal 19 febbraio 2019 fa scattare in capo ai soggetti passivi l’obbligo di corrispondere le sanzioni per omesso versamento IVA e/o per errori commessi nella documentazione e registrazione degli imponibili IVA. Nel caso in cui, con riferimento ad operazioni effettuate nel mese di gennaio 2019, sia stata emessa regolare fattura entro il 18 febbraio, la relativa imposta deve aver concorso nella liquidazione IVA di gennaio, anche se - in data successiva al 18 febbraio - la fattura sia stata scartata. Se la fattura viene riemessa entro 5 giorni dal ricevimento della ricevuta di scarto non si applicherà alcuna sanzione; se, al contrario, viene emessa dopo 5 giorni ma entro il termine per effettuare la seconda liquidazione IVA, la sanzione si riduce dell’80%.

Quotazioni OMI: se corroborate da altri elementi, blindano l’accertamento
L’accertamento di un maggior reddito, derivante dalla cessione di beni immobili, non può essere fondato soltanto sulla sussistenza di uno scostamento tra il corrispettivo dichiarato nell’atto di compravendita ed il valore normale del bene, quale risulta dalle quotazioni OMI, ma richiede la sussistenza di ulteriori elementi indiziari gravi, precisi e concordanti. Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 5080 del 21 febbraio 2019. L’ufficio, nella specie, contestava ad una impresa la sottofatturazione della vendita di alcuni immobili che, oltre ai differenti valori OMI, si basava anche su altri elementi.

Fatturazione elettronica: ancora problemi e disagi per i professionisti
Continuano i problemi e i disagi connessi con la fatturazione elettronica. Lo ha sottolineato l’Associazione Nazionale dei Commercialisti con comunicato stampa del 21 febbraio 2019. Secondo l’ANC, i dati a livello geografico diffusi dall’Agenzia delle Entrate con il comunicato stampa del 20 febbraio fotografano una situazione alquanto disomogenea se si considera il fatto che la Lombardia guida la classifica con 81 milioni di fatture mentre in altre regioni i numeri sono assai diversi.

Sisma bonus: nuova detrazione per l’acquisto di case in zone a rischio sismico 1
L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida aggiornata relativa all’agevolazione del Sisma bonus. Per l’acquisto di case antisismiche nei Comuni che si trovano in zone classificate a “rischio sismico 1” è stata prevista una nuova detrazione, pari al 75 per cento del prezzo di acquisto della singola unità immobiliare, qualora dagli interventi derivi il passaggio a una classe di rischio inferiore, pari all’85 per cento del prezzo della singola unità immobiliare, qualora dagli interventi derivi il passaggio a due classi di rischio inferiori.

Tax credit digitale: cedibile con conferimento e successiva cessione della partecipazione
È possibile il trasferimento del credito d’imposta relativo alla digitalizzazione degli impianti cinematografici tramite l’operazione di conferimento del ramo d’azienda relativo all’attività di esercizio cinematografico co successiva cessione della partecipazione a una società che opera nel medesimo settore. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 66 del 21 febbraio 2019. Il trasferimento non appare in contrasto con la ratio della disciplina del cinema e dell’audiovisivo.

Archivio Comuni e Stati esteri: nuovi codici
Nuovo aggiornamento per l’Archivio Comuni e stati esteri: con due risoluzioni del 21 febbraio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha attribuito il codice M425 al nuovo Comune di Cadrezzate con Osmate, e disposto il cambio di denominazione del Comune di Negrar, in Provincia di Verona, in quella di Negrar di Valpolicella.

Chiusura liti fiscali pendenti: pronti i codici tributo
L’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento - mediante il modello F24 - delle somme dovute a seguito della definizione agevolata delle controversie tributarie, prevista dal decreto fiscale 2019. Il versamento della prima o unica rata deve essere effettuato entro il 31 maggio 2019; entro la stessa data deve essere presentata, in via esclusivamente telematica, la domanda di definizione - modello DCT/18 - approvato con provvedimento del 18 febbraio 2019.

Concordato e accordi di ristrutturazione dei debiti: il trattamento dei crediti tributari
La disciplina del trattamento dei tributi amministrati dalle agenzie fiscali, nonché dei contributi amministrati dagli enti gestori di forme di previdenza ed assistenza obbligatorie nel concordato preventivo e nell’ambito delle trattative che precedono la stipulazione dell’accordo di ristrutturazione di cui all’art. 182-bis l.fall. ha subito modifiche ad opera della legge di Bilancio 2017. Il nuovo documento di ricerca del CNDCEC e FNC cerca di far luce su alcune questioni interpretative che restano ancora aperte.

L’avviso bonario è un atto impositivo La Cassazione riapre la partita sulle liti


Entra nella Cu l’abbonamento trasporti rimborsato dall’azienda


La sentenza allunga i termini


Madre-figlia svizzera, dividendi senza ritenute


Aggio da giustificare con l’attività svolta dalla riscossione


E-fattura, niente esoneri nelle aree terremotate


Forfettari, soglia sui ricavi


Gli Isa debuttano in Redditi


Tasse dimezzate sulle auto d'epoca


Ubs, maxi multa per evasione


Si va sul penale, l'Iva è pesante


Fattura elettronica obbligatoria: reverse charge interno da ripensare
Oltre a ridefinire il calendario dell’esterometro, dovrebbe essere confermato anche ufficialmente che si considera in ogni caso tempestiva l’emissione della fattura elettronica entro il termine di liquidazione dell’imposta, computata dalla data di trasmissione al Sistema di Interscambio, anche se la data e l’ora di ricezione da parte di quest’ultimo risulti successiva al termine della liquidazione periodica. Resta, inoltre, da risolvere il problema delle fatture oggetto di reverse charge interno, ipotizzandone la gestione esclusivamente nei registri IVA, oppure - previa modifica normativa - come le fatture in regime di split payment. È quanto emerge da una nota di CONFIMI Industria in esito alla prima fase di gestione del nuovo obbligo generalizzato di fatturazione elettronica, in vigore dal 2019.

Transazione fiscale: quando il diniego è impugnabile
Con la circolare n. 1 del 2019, l’UNGDCEC si focalizza su un tema particolarmente delicato (e in parte ancora inesplorato) del diritto concorsuale, ossia la “risposta” negativa dell’Agenzia delle Entrate verso la proposta di trattamento dei crediti fiscali presentata dal contribuente (transazione fiscale): dall’analisi della natura di tale atto all’impugnabilità (o meno) in via giudiziaria, fino al rapporto tra processo tributario e procedura concorsuale, l’UNGDCEC affronta i principali temi critici, cercando di individuare soluzioni rispettose del dato sistematico e delle stringenti esigenze temporali proprie del concordato preventivo.

Regime forfettario con accesso semplificato
La legge di Bilancio 2019 ha semplificato l’accesso al regime forfettario: ha innalzato a 65.000 euro la soglia dei ricavi e/o compensi conseguiti nell’anno precedente che ne permette l’ingresso e ha ridotto le cause che lo impediscono. Cause di esclusione che sono oggi limitate al possesso di partecipazioni in società di persone e al possesso di partecipazioni di controllo diretto o indiretto in s.r.l. che svolgono attività direttamente riconducibili a quelle svolte dalla persona fisica e all’esercizio dell’attività prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due periodi d’imposta precedenti, ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili agli stessi datori di lavoro.

Occultamento o distruzione delle scritture contabili solo se è provata l’esistenza dei registri
La contestazione del reato di occultamento o distruzione di documenti contabili presuppone necessariamente l’accertamento dell’esistenza di tali documenti. Questa verifica è fondamentale anche per distinguere tale condotta da quella di omessa tenuta delle scritture contabili, sanzionata amministrativamente. Lo ha precisato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 7646 del 20 febbraio 2019.

Assistenza in opportunità di acquisizione e cessione di immobili: non si applica l’IVA
Non vanno assoggettate ad IVA le prestazioni rese nei confronti di un fondo d’investimento estero con immobili situati in Italia, gestito da una società estera, qualora i servizi consistano nell’assistenza in opportunità di acquisizione e cessione di immobili. Ciò in quanto si tratta di servizi riconducibili alla gestione del portafoglio di investimenti immobiliari. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 65 del 2019. Va invece applicata l’imposta sul valore aggiunto sui servizi di amministrazione e gestione degli immobili in portafoglio, ubicati nel territorio dello Stato italiano.

e-fattura, AIDC: servono semplificazioni e premialità
"Rendiamo merito ad Agenzia delle Entrate e Sogei per quanto fatto”, è il commento dell’AIDC a meno di due mesi dall’introduzione della fattura elettronica, “ma occorre ancora lavorare su semplificazioni e premialità". Con un comunicato stampa del 20 febbraio, l'Associazione Italiana Dottori Commercialisti dà atto del positivo operato di Agenzia delle Entrate, Sogei e MEF, ma chiede maggiore dialogo e ulteriori migliorie sul piano tecnico e giuridico.

Money transfer, tassa ancora inapplicabile


Sulla risoluzione dell’usufrutto imposta di Registro «oscillante»


L’accorpamento di unità immobiliari moltiplica i bonus


Lite chiudibile senza pagamenti per gli illeciti «inoffensivi»


Omessi versamenti, via d'uscita


Riserva per gli utili da titoli non svalutati


Sul saldo e stralcio primo punto alle Casse


La ritenuta extra convenzioni non dà credito d’imposta

Home:Servizi e Utilities:Clienti:Contatti:Blog:Weblog:Photos:Resume:Guestbook
Copyright (c) Global Consulting Studio S.A.S.- P.I. 03568160653 - Agent IDC London Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy